siete pronti per i mercatini dell'artigianato?

  Abbinabili con il bracciale che vi ho mostrato parecchio tempo fa, la foto era rimasta nei meandri del computer e ora ve la mostro perché possiate prenderne spunto. 

Non pensate che siano facilissimi da fare ma con gli strumenti giusti e buona volontà si riesce, e il risultato darà soddisfazione. Se non ricordo male ho già spiegato come si realizzano i ciondoli (ora non ho voglia di andare a riguardare il vecchio post, fatelo voi) quando ho mostrato il bracciale. 

Pensate che dovrebbero essere più elaborati e con più elementi? no, non in questo caso; sono destinati a bambine, ma anche una ragazza o una donna di spirito artistico e sbarazzino può indossarli. 



Già sento qualcuno dire 'che ci vuole a farli',questo era il commento che mi è capitato di sentire quando ho proposto questi orecchini ad un mercatino dell'artigianato... È vero tutto si può fare poi ognuno sceglie il livello di qualità dai materiali utilizzati, cura del dettaglio e delle rifiniture. 

Se amate l'artigianato non demordete andate avanti, non sempre sarà possibile trovare la persona che sa apprezzare il valore di ciò che producete perché è anche un discorso culturale, quindi non segue il filo consumistico della gran parte delle persone, ma è una nicchia che si sta allargando sempre di più. 

Offrite qualità, non svendete i vostri prodotti, curate l'aspetto, la disposizione e l'illuminazione degli oggetti. Io continuo a pensare, nonostante tutto, che nei prodotti di artigianato bisogna differenziarsi dalla produzione di massa e come farlo se non con la qualità. 
Comprare un oggetto che costa poco e che dura altrettanto e va a finire nella spazzatura dopo 2 mesi (se va bene) è piuttosto assurdo. 

La mia visione della vita è incentrata sul rispetto dell'ambiente, molti dei miei comportamenti, quando possibile, si basano su questo, e il discorso di cui sopra è legato a questa visione; si produce più di quanto necessario, non è la produzione che deve aumentare ma la qualità ... anche della vita. Siamo in pochi a pensarla così? 


Etichette: , , ,